Scrittura Creativa. Sesta Parte. Dalla Sinossi alla lista delle scene.

Ben trovati amici scrittori.

Terminata la prima bozza, che è anche la sinossi della vostra storia ?
Bene. Ora è il momento di suddividerla in scene separate; così facendo aggiungeremo dettaglio alla sinossi, la organizzeremo in maniera più logica e proficua così che potremmo lavorarci sopra.

Come suddividere la sinossi e creare la SECONDA BOZZA:

Individuate le diverse scene della vostra storia e dategli un titolo che le descriva. Per esempio:

Scena 1: Max è in macchina, notte fonda, si dirige verso l’aeroporto di fiumicino.

Scena 2: Flashback – due ore prima, Max riceve una telefonata alquanto curiosa.

Scena 3: Max raggiunge l’area di Fregene, dove sarebbe atterrato lo strano oggetto luminoso.

Scena 4: ecc.

Scena 5: ecc.

Questo deve essere fatto per tutte le scene del libro, almeno quelle che avete in mente ora. Ricordatevi che fate sempre in tempo a cambiare qualcosa, aggiungere o eliminare parti, non vi preoccupate se per ora non avete il quadro completo del vostro romanzo, arriverà scrivendo. Detto questo sforzatevi per realizzare questa seconda bozza nella maniera più completa possibile e se ci riuscite e avete le idee chiare definite pure tutte le scene del vostro romanzo.

La prossima fase del lavoro consisterà nello sviluppare ogni singola scena, scrivete una sinossi della scena uno, che sia accurata e dettagliata e che descriva l’ambientazione e le azioni dei personaggi. Non scrivete ancora i dialoghi ne le emozioni dei personaggi. Fate un passo alla volta. Focalizzatevi molto sulla descrizione dei luoghi o se necessario sui dati che volete siano presi dalla vita reale. Per esempio se dovete dare il nome a una strada, supponendo che la storia si svolga in una località esistente. Fate le vostre ricerche per conoscere la strada, il suo nome, com’è fatta ecc. Pensate a quante ricerche ha fatto Dan Brown per descrivere con dovizia di particolari il centro storico di Roma, o le strade di Parigi, la planimetria del museo del Louvre o i raffinati particolari dei quadri di Leonardo da Vinci, per non parlare dei contesti storici, le date, i nomi ecc.

Ecco ora dovete fare anche voi le vostre ricerche.

Esempio di stesura della seconda Bozza:

Scena 1: È l’una di notte, ( ora esatta da definire ). Max sta percorrendo, a bordo della sua vecchia utilitaria gialla, Via Coccia di Morto, la strada che costeggia le piste dell’aeroporto Leonardo da Vinci di Roma. Il violento temporale non sembra volersi calmare, i lampi di luce provocati dai fulmini scquarciano il cielo mentre a causa dell’abbondante pioggia la visibilità è scarsa. Max cerca di asciugare la patina di umidità che si forma all’interno del parabrezza della sua auto, ma questo lo distrae dalla guida… Ecc.

Fate lo stesso per tutte le scene seguenti.

Lavorando alla seconda bozza vi renderete conto che già questo lavoro vi occuperà molto tempo, quindi è inutile complicarlo con dialoghi e descrizioni troppo dettagliate delle emozioni dei personaggi o cose del genere. Non preoccupatevi neanche della forma o dello stile, questo non è il testo che verrà stampato sul vostro libro ma solo una sinossi molto più completa e accurata della storia, non vi confondete, mi raccomando.

Questo post è più breve del solito, non mi perderò in discorsi perchè ora dovete mettervi all’opera. Il vostro romanzo non si scriverà a solo.

A presto.

Valerio Petretto.

P.S. scarica un estratto gratuito del mio nuovo Thriller, Oblion – La Cospirazione. Vai su www.valeriopetretto.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...